Ōmisoka

Ōmisoka (大晦日, おおみそか), è il secondo giorno più importante nella tradizione giapponese. Il 31 dicembre di ogni anno viene suonata nei templi buddhisti la caratteristica campana joya no kane (除夜の鐘, じょやのかね, fine dell’anno) come rituale per allontanare le energie maligne accumulatesi nel corso dell’anno in termine.

 

Joya-no-Kane

 

Durante questa cerimonia, che attira ogni anno molte persone, la campana viene fatta suonare 108 volte, tante quanti i peccati dell’uomo ed ogni rintocco viene eseguito solo quando il riverbero del precedente si è esaurito e in maniera che l’ultimo risulti a mezzanotte esatta.

Parte essenziale del nuovo anno è il piatto conosciuto come ozōni (お雑煮, おぞうに, bollito misto), una zuppa contenente tortini di mochi la cui preparazione può variare da regione a regione. Questa ricetta viene preparata la vigilia proprio perché si pensa che cucinare durante i primi 3 giorni del nuovo anno sia di cattivo auspicio.

Nata durante il periodo Muromachi (XV secolo circa), si crede che questo piatto fosse inizialmente diffuso tra i samurai, che erano soliti consumarla nel campo di battaglia con gli ingredienti che riuscivano a trovare.
Successivamente il piatto trovò ampia diffusione anche tra la gente comune che iniziò ad offrirlo alle divinità (toshigami) durante la vigilia del nuovo anno in segno di auspicio.

 

Ozoni

 

Durante la vigilia di Capodanno è abitudine comune anche la pulizia della casa, rituale conosciuto con il nome di Osōji (お掃除, おそうじ, grandi pulizie). Una volta che l’abitazione è stata ripulita, vengono aggiunti i kadomatsu in bambù e pino davanti all’entrata e una decorazione sulla porta chiamata shimekazari (しめ飾り, しめかざり, decorazione di corda di paglia) ad indicare che la casa è ora purificata e pronta a dare il benvenuto a divinità che, secondo la tradizione giapponese, hanno il potere di allontanare gli spiriti maligni.

 

Shimekazari

 

L’augurio quando si incontra qualcuno in questa ricorrenza è 良いお年を (よいお年を, yoi o toshi wo, buon anno nuovo). Quando invece l’anno nuovo è già cominciato si usa dire 明けましておめでとう (あけましておめでとう, congratulazioni per l’apertura).

Sotto un video della tradizionale joya no kane suonata durante il termine del vecchio anno.